www.EMANUELE GARAU.it VIDEO ISPIZA ISPIZA - 2013 Brano tradizionale sul modulo musicale del Ballu Brincu adattamento del testo di Emanuele Garau chitarra Valentino Serra - organetto Mattia Murru - scacciapensieri Efisio Puddu percussioni Giuseppe Roberto Atzori - fisarmonica Antonello Carta supervisione musicale Antonello Carta Il brano nasce da un'antica filastrocca nella quale sono protagonisti i capelli delle bambine

Ispiza-ispiza pilos de oro

Ispiza-ispiza pilos de prata

S’amoradu chi ti enzad’a domo

S’amoradu chi t’attoped’in piatta

A domo chi ti enze’ s’amoradu

Ispiza-ispiza pilu doradu

A nd’attire su randadu

A nd’attire sa bandela

Ispiza ispiza pilos de seda

 

Che nd’had’una de sas bellas

Chi sos pilos nieddos giughe’

Pared’un’anghel’’e istellas

Chi tottu su mundu lughe’

 

Cando isolve’ sa triza

Sa prenda dulze riende

Intendo amorosas frizas

Cando la ido ballende

 

Oji’ niedda e pil’allorigada

Finas’in su faeddare zeniosa

Sa camisa chi poltas frisca rosa

Pare dae sas monzas recramada

 

Pettina-pettina capelli d’oro

Pettina-pettina capelli d’argento

L’innamorato venga a casa

L’innamorato lo incontri in piazza

A casa venga l’innamorato

Pettina-pettina capelli dorati

Ti porterà il corredo ricamato

Ti porterà la bandiera

Pettina pettina capelli di seta

 

Ce n’è una tra le belle

Che ha i capelli neri

Sembra un angelo delle stelle

Che illumina tutto il mondo

 

Quando scioglie la treccia

La gioia dolce e sorridente

Sento amorose frecciate

Quando la vedo ballare

 

Occhi neri e capelli ricci

A sentirla parlare è meravigliosa

La camicia che indossi, fresca rosa

Sembra ricamata dalle suore