www.EMANUELE GARAU.it VIDEO TOCCOS - 2015 Brano tradizionale Testo di Emanuele Garau chitarra Valentino Serra - organetto Efisio Puddu - launeddas Massimo Congiu percussioni Giuseppe Roberto Atzori - fisarmonica Augusto Ibba supervisione musicale Antonello Carta Il brano è un inno all'allegria che si sprigiona col ballo popolare sardo, nel quale si esaltano gli strumenti musicali utilizzati tradizionalmente per il suo accompagnamento

Benide tottu a ballare

Cun brinchidos de allegria

Passos lestros pro olare

Su gosu ’e s’anima mia

 

Serra e abberi su sonette

Su passu già l’es sighende

In s’aera che coette

Perene sos pes brinchende

 

Bellu m’es custu sonare

Ch’es fattende sa ghiterra

Atti sa manu a ballare

No che ponzo pe’ in terra

 

Tumbarinos tzocchidende

Tumbarellos tzocchidare

Toccos chi faghen brincare

Balladores ballende

 

Launeddas armoniosa

Cumpanza de sos passos mios

Cun nodas melodiosas

Sos mortos nde torran bios

 

Fisarmonica frorizos

Cun su sonette a consonu

Cuncurdu che babbu e fizos

Su ballu es pienu de sonu

 

Cantada sa oghe mia

Muttos pro accumpagnare

Annigridos de allegria

Chi bos giaman’a ballare

 

Venite tutti a ballare

Con saltelli d’allegria

Passi svelti per volare

Donano gioia all’anima mia

 

Si chiude e s’apre l’organetto

Tiene bene il passo

Sembrano volare come un razzo

I piedi mentre saltellano

 

Quanto mi piace il suono

Che produce la chitarra

Dammi la mano per ballare

Non poggio i piedi a terra

 

I tamburini battono il tempo

I tamburelli percossi

Donano ritmi che fanno saltellare

I danzatori mentre ballano

 

Launeddas armoniosa

Compagna dei passi miei

Con la tua musica melodiosa

Perfino i morti tornano in vita

 

Fisarmonica con le tue fioriture

E in armonia con l’organetto

In accordo come padre e figlio

Il ballo è ricco di suono

 

Canta la mia voce

Canti per accompagnare

Con gridolini d’allegria

Che vi chiamano a ballare